Il nostro olio extravergine di oliva

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Campagna olearia 2017 da agricoltura sostenibile

Premessa : l’olio certificato per via di analisi chimiche e sensoriali  è una vera garanzia di alta qualità per il consumatore. I mille ulivi sono allevati a monocono con cultivar mono varietale Gentile di Larino su più di 3 ettari. Sotto gli ulivi c’è un erbaio misto a leguminose le quali apportano azoto naturale alle piante. Gli ulivi, come gli anni scorsi, non sono stati trattati chimicamente. La raccolta avviene generalmente nei primi giorni di Novembre all’inizio dell’invaiatura  corrispondente al cambiamento del colore delle drupe (maturazione ottimale delle olive per un olio di qualità).
Per la raccolta sono utilizzati solo mezzi meccanici quali scuotitore, raccoglitore-defoliatore, quindi olive sane (esenti da lesioni e da contatto con il terreno)  riposte in contenitori rigidi e forati e trasportate in frantoio.
La spremitura a freddo delle olive, ulteriormente defoliate e lavate, è avvenuta entro e non oltre le 15 ore dalla raccolta. Il frantoio, utilizzato è a ciclo continuo, mediante processi meccanici ermetici (senza contatto con l’aria), evitando  l’ossidazione della “gramola” o pasta delle olive. La pasta  un volta pronta passando  dentro una centrifuga ad asse orizzontale (decanter),  sulla base dei diversi pesi specifici, è completamente separata in  parti solide (sansa) da quelle liquide (acqua e olio).
Infine, attraverso una centrifuga ad asse verticale, l'acqua è  stata  completamente separata dall'olio. L'oro verde ottenuto é stato conservato in frantoio dentro una apposita cisterna d’acciaio inox particolarmente appropriata alla conservazione dell'olio (periodo di decantazione prima del confezionamento).

Gli  indicatori di qualità dell’olio extra vergine di oliva (EVO), come segnale di trasparenza, correttezza e buona informazione.
Acidità:  L’acidità è un parametro che indica la percentuale di acido oleico libero in un olio ed è il principale indicatore della qualità. Più basso è il suo valore, più elevata è la qualità del prodotto.

 Per legge è classificabile come olio extravergine d’oliva quello con contenuto di acidità libera inferiore a 0,8 gr/litro.

 L’acidità del nostro olio certificata in laboratorio specializzato è risultata pari a 0,22%, ossia quattro volte inferiore al parametro legale di 0,8gr/litro qui sopra riportato.

 

Perossidi: sono alterazioni di tipo ossidativo e della degradazione e dell’invecchiamento dell’olio. Più basso è il suo valore, più alta è la qualità del prodotto  La legge ammette per l’olio extravergine d’oliva un valore massimo pari a 20meq/kg.  meq/kgIl nostro olio invece presenta un valore pari a 7,2 meq/kg, ossia circa tre volte più basso

Polifenoli:  sono tra i componenti più preziosi dell'olio vergine di oliva, unico fra i grassi vegetali a esserne ricco. Tra di essi si trova  l'Oleuropeina, che dà il tipico sapore amaro all'oliva e che, passando nell'olio gli conferisce il caratteristico sapore piccante ed amaro 
e proprietà salutistiche. Tali sostanze hanno un elevato potere antiossidante naturale che protegge  sia l’olio stesso, che le cellule dell’organismo umano dall’invecchiamento. Più alto è il suo valore, più elevate sono le qualità benefiche del prodotto. E da sottolineare, in effetti,  che l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) ha autorizzato un claim salutistico che consente di apporre nell’etichetta di un olio di oliva l’indicazione “I polifenoli dell’olio di oliva contribuiscono alla protezione dei lipidi ematici dallo stress ossidativo” .Pur non essendo specificata una concentrazione minima di fenoli nell’olio, si considera che un buon olio extravergine di oliva, per poter vantare il claim dell’EFSA, dovrebbe contenere almeno 200-250 mg /kg di composti fenolici.

Dalle analisi effettuate in laboratorio specializzato sul nostro EVO il risultato è pari à  310 mg  di acido caffeico/kg.